Gestione pagine facebook: a cosa serve un piano editoriale?

 by Cristina Columpsi in Facebook, Social media marketing Leave a Comment

La gestione delle pagine facebook implica tutta una serie di attività, che possono essere raggruppate in due aree fondamentali. La prima riguarda l’alimentazione della pagina, attraverso la pubblicazione di post, gestione dei commenti e dei messaggi degli utenti.

La seconda, invece, comprende le attività di advertising, ovvero la creazione, gestione e ottimizzazione degli annunci della pagina. Nel primo gruppo, in particolare, rientra una delle attività principali di gestione della pagina: la creazione e pubblicazione dei post.

Quest’attività, spesso ingiustamente trascurata, è in realtà fondamentale in quanto contribuisce a creare l’anima e il volto della pagina, oltre che a mantenerla aggiornata. Per questo non può essere lasciata al caso, o affidata all’improvvisazione attraverso una pubblicazione saltuaria e istintiva.

Una gestione delle pagine facebook che sia professionale implica l’ideazione di un vero e proprio piano editoriale. Proprio come accade per le riviste, anche la pagina Facebook deve essere arricchita con contenuti che siano interessanti per il target scelto e pertinenti rispetto ai servizi e prodotti che si intende promuovere.

Individuare i contenuti giusti e di qualità, è possibile. Quello che però risulta fondamentale è aggiornare la pagina regolarmente, in quanto l’irregolarità o un’attività di pubblicazione saltuaria rischierebbe di penalizzare la pagina stessa.

 

Gestione pagine facebook: perché creare un piano editoriale

Questo è sicuramente uno dei primi motivi per cui diventa necessario creare un piano editoriale per la propria pagina facebook aziendale. Solo con uno strumento del genere, è possibile avere a disposizione contenuti da pubblicare regolarmente, evitando buchi o periodi di inattività.

Oltre alla regolarità delle pubblicazioni, il piano editoriale consente inoltre di abituare gli utenti a ricevere un determinato tipo di contenuti. La ricorrenza di alcuni temi o categorie di argomenti fa sì che l’utente, con il passare del tempo, sia in grado di riconoscerli e si costruisca una certa immagine dell’azienda.

Proponendo rubriche ricorrenti e contenuti con appuntamenti regolari è quindi possibile fidelizzare gli utenti/clienti. Ed il piano editoriale serve proprio a questo.

La possibilità di mettere in calendario i post fa inoltre sì che si possano creare contenuti legati all’attualità. Il piano o calendario editoriale consente infatti di tenere traccia dei principali eventi, ricorrenze, giornate o anniversari. In questo modo è possibile organizzare e adattare i contenuti da pubblicare per tempo. Il consiglio è quello di prendere in considerazione eventi o ricorrenze che siano comunque attinenti al proprio brand.

In questo modo è possibile attirare l’utente attraverso argomenti di attualità avvicinandolo, al tempo stesso, ai valori del brand.

L’ideazione di un piano editoriale per la pagina facebook aziendale rappresenta quindi uno strumento molto importante, se non il primo passo per cominciare ad avere una pagina facebook ricca di contenuti, aggiornata e soprattutto professionale. A determinare il successo e l’efficacia di questo strumento, però, sono le categorie di argomenti e i contenuti che si decide di inserire al suo interno.

Per approfondire questo aspetto o saperne semplicemente di più, scrivimi pure compilando il form sottostante. Ti risponderò il prima possibile!


Accetto la privacy policy

Cristina ColumpsiGestione pagine facebook: a cosa serve un piano editoriale?

Rispondi