Campagne facebook: come scegliere l’obiettivo giusto

 by Cristina Columpsi in Facebook Leave a Comment

Quando si decide di investire nella pubblicità su facebook, una delle prime tentazioni a cui è sottoposto soprattutto chi conosce poco lo strumento è quella di seguire i consigli della piattaforma. Capita infatti che sia il social stesso a suggerire determinati tipi di campagne facebook , come ad esempio la messa in evidenza dei post o la campagna per aumentare i mi piace, o ancora per incrementare la notorietà in zona.

Chi è poco avvezzo allo strumento finisce per seguire questi consigli, commettendo a volte pericolosi errori. Spesso infatti ci si dimentica che Facebook è una piattaforma e in quanto tale risponde a input puramente tecnici. Non solo, Facebook ha tutto l’interesse a favorire gli investimenti pubblicitari, anche laddove gli stessi non portino un reale vantaggio all’azienda.

Non è quindi compito del social suggerire una strategia, ma piuttosto spingere l’azienda a investire ad esempio in post che hanno ottenuto più interazioni e commenti, come accade con la funzione “Metti in evidenza il post”.

 

Campagne facebook: gli obiettivi a disposizione

Ecco, perché quando si decide di creare campagne facebook è bene pensare prima di tutto all’obiettivo che si intende raggiungere. Questo perché le inserzioni non sono strutturate tutte allo stesso modo, ma si differenziano l’una dall’altra proprio per la capacità di raggiungere o meno un obiettivo.

Facebook offre infatti la possibilità di scegliere fra inserzioni in grado di:

  • favorire l’interazione con la pagina (mi piace alla pagina, interazione con i post, risposte a un evento);
  • aumentare il traffico al sito (traffico);
  • promuovere l’esecuzione di azioni sul sito, come ad esempio la richiesta di informazioni o l’acquisto di un prodotto (conversioni);
  • aumentare la brand awareness (notorietà del brand);
  • aumentare le visualizzazioni di un video (visualizzazioni del video);
  • promuovere la notorietà in zona e favorire le visite al negozio (visite al punto vendita;
  • aumentare la quantità di messaggi su Messenger (messaggi);
  • promuovere la vendita dei prodotti di un catalogo (vendita dei prodotti del catalogo);
  • favorire le installazioni di un app (installazioni dell’app);
  • generare nuovi contatti (generazione contatti);
  • mostrare l’annuncio al numero più alto di persone (copertura).

Campagne facebook: l’importanza di scegliere l’obiettivo giusto

La scelta di un tipo di inserzione piuttosto che di un’altra è fondamentale, in quanto determinerà la riuscita della campagna facebook. Se, ad esempio, l’azienda vuole aumentare le richieste di preventivi, allora risulterà piuttosto inutile puntare su una campagna “mi piace”.

Per contro, un’azienda che abbia appena aperto la propria pagina facebook, potrebbe avere maggior necessità di investire nella brand awareness e nell’incremento di interazioni e mi piace alla pagina.

Un altro aspetto da considerare è che non sempre il raggiungimento di un obiettivo aziendale è subordinato a un’unica campagna con un unico obiettivo. A volte, infatti, è necessario creare un funnel che preveda più step e quindi anche più campagne facebook.

Tutto questo porta a un’ulteriore considerazione: fare pubblicità su facebook non è qualcosa che si può improvvisare. Non è sufficiente seguire i consigli di Facebook, ma è bene affidarsi ad un social media manager che abbia le giuste competenze e una certa esperienza anche nella gestione delle facebook ads.

Per maggiori informazioni o per ricevere una consulenza sulla gestione delle tue campagne su facebook, compila pure il form sottostante. Ti risponderò il prima possibile!


Accetto la privacy policy

Cristina ColumpsiCampagne facebook: come scegliere l’obiettivo giusto

Rispondi